La Valutazione dei Programmi

La Fondazione di Comunità di Messina realizza o promuove attività di ricerca e valutazione per tutti i programmi e politiche di maggior rilevanza da essa promossi o sostenuti. Le ricerche sono condotte in collaborazione con il centro studi CEVAS di Roma.

In tali attività si utilizza prevalentemente la valutazione basata sulla teoria (Theory Based Evaluation o TBIE), che consente di testare le strategie a medio-lungo termine dell’organizzazione; consente di formulare ipotesi – empiricamente testabili e logicamente collegate tra loro – su come e perché determinati interventi possano, in certe circostanze, produrre dei benefici attesi o impatti (previsti e imprevisti).

Gli approcci basati sulla teoria sono diversi e hanno differenti nomi. Sono stati sviluppati negli ultimi 30 anni a livello internazionale poiché si sono dimostrati promettenti nell’aiutare valutatori, manager e decisori politici ad affrontare alcune sfide, come ad esempio trattare la complessità intrinseca di programmi che mirano, in un’ottica sistemica, a promuovere lo sviluppo locale, lo sviluppo umano, la sostenibilità ambientale.

Si utilizzano tutte le tecniche e i disegni di ricerca (sperimentali, semi-sperimentali, longitudinali…) necessari a rispondere adeguatamente ai quesiti valutativi, con un focus sui processi di implementazione a livello di comunità/distretti e alla raccolta e analisi di evidenze connesse agli impatti a medio-lungo termine. Si cura la ricaduta empirica, la promozione di processi di apprendimento diffusi e la pubblicazione trasparente dei risultati.

Vi sono tre elementi chiave che consentono alla valutazione di comprendere e spiegare gli outcome e favorire gli apprendimenti:

  • individuare i meccanismi che innescano i cambiamenti sociali, ambientali, economici. Ciò consente in seguito di riproporre i modelli di intervento e adattarli ai diversi contesti;
  • sviluppare in modo condiviso “mappe cognitive” e teoria del programma (teorie scientifiche e teorie implicite) che orientino l’azione, e permettano di interpretare i nessi tra le diverse componenti di un intervento;
  • esplicitare l’orientamento strategico e il focus sui processi di policy learning, per consente di interrogare e testare i propri assunti e migliorare i programmi sin dalla fase di pianificazione.

News

23 Giugno 2022

Il pizzo a tombolo di Mirabella Imbaccari candidato a Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità

Si è svolto lunedì 20 giugno a Venezia presso il Museo di Palazzo Mocenigo il primo Convegno Nazionale della “Rete italiana della Comunità dei Merletti” di cui anche la Fondazione

20 Giugno 2022

Transizione energetica e innovazione: dal 21 al 23 giugno il CNR-ITAE di Messina e Solidarity and Energy S.p.A. ospitano i partner del progetto HYBRIS

Da domani al 23 giugno Messina ospiterà la terza assemblea generale di HYBRIS, progetto europeo che si occupa di sviluppare nuove soluzioni di accumulo ibride al fine di incrementare le prestazioni

18 Giugno 2022

Una squadra multidisciplinare e di eccellenza per i “Giochi e le Materie Future”

E’ stata una due giorni fitta e intensa quella che si è appena conclusa con il workshop “Giochi e Materie Future” promosso dalla Fondazione di Comunità di Messina. Un collettivo

14 Giugno 2022

Giocattoli in bioplastica altamente sostenibile, il cantiere è aperto

In occasione del workshop “Giochi e materie future”, dal 15 al 17 giugno saranno a Messina alcuni fra i grandi player del mercato del gioco e del giocattolo, per immaginare