La Transizione Energetica

Innovare per promuovere una transizione dei paradigmi energetici per la Fondazione di Comunità di Messina è una priorità. Una parte consistente del proprio patrimonio è stato, infatti, investito nella creazione di un Parco diffuso di energie rinnovabili ricco di prototipi, seppur reso economicamente efficiente dall’utilizzo prevalente di tecnologie mature.

Alla Fondazione appartiene il brevetto del fotovoltaico di terza generazione, realizzato in collaborazione con l’Istituto IPCF-CNR e capace di produrre energia da coloranti artificiali e organici, ricavati per esempio da materiali agricoli di scarto.

La Fondazione di Comunità  di Messina ha sostenuto la ricerca sviluppata, sotto l’egida dell’Agenzia delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO), dalla Fondazione Horcynus Orca in collaborazione con l’Istituto IAMC-CNR, tipizzando il primo prototipo al mondo allacciato alla rete elettrica nazionale, capace di produrre energia dalle correnti marine.

Di particolare interesse sono le sperimentazioni condotte nel campo delle comunità energetiche solidali. Ci si riferisce, in particolare, alla sperimentazione di microreti finalizzate al contrasto della povertà energetica attraverso processi di stoccaggio e di mutualizzazione dell’energia secondo algoritmi sociali. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con l’Istituto ITAE-CNR ed è stato citato nel Country Report 2019 dello “Smart Grids Innovation Challenge” relativamente all’iniziativa internazionale Mission Innovation.

Sempre nell’ottica del contrasto alla povertà energetica si sono sperimentati sistemi domotici, basati su reti di monitoraggio ambientale, per l’efficientamento energetico e per la salute di tipo prototipale, basati su tecnologie embedded. Tali sistemi sono stati implementati in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Messina e il suo spin off, SmartMe.

La rilevazione e poi l’analisi dei dati è finalizzata a supportare un disegno di ricerca costruito dentro paradigmi di “metabolismo urbano” e sviluppato in collaborazione con il Building Technology Program, Department of Architecture – Massachussetts Institute of Technology.

Grape Newsletter. Archive Italian United Kingdom Spanish Greek

N.1/ November 2022

Grape, working on social and green resilience strategies for the development of local solutions to local problems

The project GRAPE “Local Social Green Action Plan for small and peripheral territories”, in co-financed by the European Commission within the Single Market program (SMP-COSME), it kicked-off in May 2022

N.1/ November 2022

In Mirabella Imbaccari the first meetings, comparing shared priorities and good practices

The first GRAPE Social Economy Mission took place in Sicily in the Municipality of Mirabella Imbaccari from the 13th to the 15th of July 2022. In this occasion, partners had

N.1/ November 2022

During the mission in Sifnos a deeper analysis of the initiatives in partners’ territories

Sifnos, in the Cycladic archipelago, hosted GRAPE second Social Economy Mission. The sharing of good practices in Sifnos and a deeper analysis of partners’ initiatives and projects concerning protection and

N.1/November 2022

Bonares, towards Local Action Plan

The third and last GRAPE Social Economy Mission was held in November 2022 in Bonares, a community with circa 6000 inhabitants in Andalusia, Spain. The work focused on the process