I Parchi della Bellezza e della Scienza

Le polarità spaziali della Fondazione Me.S.S.In.A., nate sempre da processi di riqualificazione territoriale integrati con lo sviluppo di cluster socio-economici, costituiscono una infrastrutturazione educativa a rete la cui visione ruota attorno ai grandi (s)nodi del contemporaneo correlati alla necessità di ricercare un vero e proprio salto paradigmatico per contrastare le crescenti diseguaglianze e i processi di mutamento climatico.

I Parchi della Bellezza e della Scienza sono l’esito di un importante programma di investimenti della Fondazione Me.S.S.In.A., sviluppato nel decennio 2010-2021, in pool con altre Fondazioni, principalmente con la Fondazione Con il Sud e con l’Impresa Sociale Con I Bambini. I Parchi costituiscono, da un lato, un’infrastrutturazione educativa, avanzata e fortemente interconnessa con istituzioni della ricerca scientifica e tecnologica, con artisti, poeti, intellettuali e scrittori di tutto il Mediterraneo; dall’altro lato, essi rappresentano i “nuclei di condensazione e di accelerazione” di processi evolutivi di metamorfosi territoriali.

Tutti i Parchi della Bellezza e della Scienza (IPBS) costituiscono importanti attrattori delle comunità educanti dei territori e sono caratterizzati da una metodologia, validata dalle ricerche-azioni condotte in questi anni, che riconosce la “bellezza” come fondamento generativo delle esperienze educative.

Non a caso i Parchi sono insediati in beni di grande pregio storico-architettonico e ambientale riqualificati e restituiti alla loro bellezza dopo anni di degrado.

La metodologia de IPBS innova i sistemi educativi tradizionali fondati su principi didattici normativi e sequenziali: comando – informazione – controllo; proponendo paradigmi originali “a spirale” e maieutici che circolarmente e dinamicamente valorizzano e riconoscono i saperi ingenui dei ragazzi facilitando processi di ri-composizione e di “accomodamento” culturale. Ciò ha portato a:

  • scegliere approcci comunicativi ed insieme rigorosi ed evocativi;
  • scegliere approcci “affettivi” aprendo “mondi”;
  • collocare storicamente anche i modelli scientifici;
  • evidenziare le connessioni dei sistemi culturali e le correlazioni temporali;
  • evidenziare i problemi irrisolti delle teorie;
  • suscitare domande e atteggiamenti di ricerca.

Qui di seguito si elenca la rete siciliana de IPBS sintetizzando gli elementi tematici caratteristici di ciascuno:

News

23 Maggio 2024

Horcynus Summer School 2024: 14 borse di studio per universitari e laureati. Iscrizioni entro il 21 giugno. QUI il BANDO

Dopo le positive esperienze delle precedenti edizioni – dal 2015 al 2017 –  e valutati i significativi riscontri sugli esiti formativi e professionali torna, per il 2024, l’Horcynus Summer School,

15 Maggio 2024

A Mirabella Imbaccari va in scena la Street Art. Ispirata al Pizzo a Tombolo

Venerdì 17 maggio alle 13.00 a Mirabella Imbaccari  sarà inaugurata l’opera di Street Art che la nota artista polacca NeSpoon ha realizzato in questi giorni in Piazzetta dello Speziale ispirandosi al pizzo a tombolo, lavorazione tradizionale di quest’area

10 Maggio 2024

Con SOFIGREEN un percorso di Capacity Building per le imprese dell’economia sociale. QUI il BANDO per partecipare alla selezione

La transizione ecologica può offrire nuove e molteplici opportunità a imprenditori e imprese. Il Green Deal europeo punta infatti a rendere l’UE climaticamente neutra entro il 2050 e a rilanciare

9 Maggio 2024

Quale Europa? Tour siciliano di Fabrizio Barca per presentare il nuovo libro del Forum Diseguaglianze e Diversità. Il 14 maggio tappa a Messina

Da sabato 11 fino al 18 maggio, Fabrizio Barca, economista, ex ministro e oggi coordinatore del Forum Diseguaglianze e Diversità insieme ad Andrea Morniroli, sarà in tour per la Sicilia