Life Restart

Reuse of bEer SpenT grAin
foR bioplasTics

Italian United Kingdom

LIFE RESTART è un progetto close-to-market (C2M) cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma LIFE (LIFE21-ENV-IT-LIFE RESTART/101074314).

Rappresenta il primo esempio di riciclo delle trebbie di birra (BSG) come filler (BSGF) per la produzione di bioplastiche green, di alta qualità, biodegradabili, riciclabili e dai costi competitivi: un’alternativa ecologica alla plastica a base fossile non biodegradabile.

 

GLI OBIETTIVI:

LIFE RESTART porterà a produrre su scala semi-industriale le nuove bioplastiche (BSGF-BP) e a realizzare con esse alcuni prototipi di manufatti biodegradabili di interesse per il mercato.

Inquadrandosi in una prospettiva di economia sociale, il progetto segue un approccio community-based con un modello di business che consentirà l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e la generazione di risorse economiche da investire in azioni per lo sviluppo sostenibile di Roccavaldina, il Comune rurale in provincia di Messina (Sicilia, Italia) che ospita il polo per la produzione di bioplastiche.

Sul lato ambientale il progetto mira, fra l’altro:

  •  al recupero e al riutilizzo del 75% delle trebbie di scarto (BSG) per la produzione dei nuovi biopolimeri;
  • a riutilizzare il 75% delle acque reflue dei birrifici tramite la pre-essiccazione del BSG;
  • a ridurre del 15% il consumo di polimeri a base fossile (FbP) che i partner già utilizzano per la produzione di packaging;
  • a ridurre del 35% il consumo di biopolimeri vergini e la domanda di risorse naturali pure nella produzione delle nuove bioplastiche.

Sul lato sociale punta:

  •  a generare 7 nuovi posti di lavoro, green e qualificati (2 dei quali per persone che versano in una situazione di svantaggio socio-economico);
  • a produrre un solido business plan e un relativo modello di social business, replicabile, per lo sviluppo sostenibile del territorio e della comunità locale, rafforzandone la resilienza di fronte al cambiamento climatico. A tale proposito sarà redatto uno specifico Piano di Benessere Comunitario.

Entro tre anni dopo la fine del progetto si prevede inoltre la realizzazione in UE di almeno altri 4 impianti di produzione delle nuove bioplastiche (BSGF-BP) e lo sviluppo di 35 nuovi posti di lavoro attraverso la promozione della replicabilità del processo LIFE RESTART in altri territori oltre quello siciliano in cui sarà inizialmente implementato.

 

IL CONTESTO:

Le trebbie (BSG) rappresentano l’85% del totale dei sottoprodotti derivanti dalla produzione della birra: per ogni ettolitro ne vengono prodotte oltre 20 kg e, ogni anno in Europa, si producono oltre 6,4 milioni di tonnellate di BSG. Gestire tutti questi rifiuti rappresenta un problema cruciale per le industrie sia dal punto di vista ecologico che economico.

La maggior parte dei birrifici ha adottato soluzioni di smaltimento sulla base delle proprie possibilità finanziarie e geografiche, privilegiando quella della consegna (quasi gratuita) agli allevatori per l’alimentazione del bestiame. Questo commercio genera un rendimento minimo e inoltre l’impiego delle trebbie come mangime per animali sta diventando sempre meno popolare a causa dei potenziali rischi sanitari. Tutto ciò rende lo smaltimento in discarica l’alternativa primaria: un prezioso sottoprodotto si trasforma così in rifiuto con elevati costi di gestione e impatto ambientale.

LIFE RESTART mira a trasformare le trebbie di scarto in opportunità: da prodotto a basso/zero valore a filler per biopolimeri di qualità, green, biodegradabili, riciclabili e di interesse industriale.

 

IL PARTENARIATO:

Diversi stakeholder (produttori e utilizzatori finali di plastica, etc) hanno aderito al progetto per sostenerne lo sviluppo e la trasferibilità della tecnologia ad altri settori e mercati.

 

LE ATTIVITÀ DI LIFE RESTART:

  • ricerca e sviluppo connesse al recupero e alla trasformazione delle trebbie di scarto nonché alla realizzazione su scala pilota delle nuove bioplastiche ecosostenibili e di alta qualità (BGSF-BP);
  • produzione di BGSF-BP su scala semi-industriale;
  • produzione di prototipi di manufatti (contenitori alimentari, capsule da caffè, vasi, etc.) pronti per il mercato;
  • progettazione e implementazione di un modello di business basato sui principi dell’economia sociale per lo sviluppo della produzione di bioplastiche di Roccavaldina (ME) con la prospettiva di una sua replicabilità in altri territori e per un’equa crescita della comunità locale;
  • studi di fattibilità per valutare il possibile utilizzo di BGSF-BP per ulteriori prodotti rispetto a quelli previsti e la trasferibilità della tecnologia LIFE RESTART ad altri scarti di filiere agroalimentari.

 

  • Durata: 01/10/2022 – 31/12/2025 (39 mesi)
  • Budget totale: 2,95 milioni di euro (finanziato al 60% dall’Unione Europea)

 

Cofinanziato dall'Unione Europea. I giudizi e le opinioni espresse sono tuttavia quelle dell'autore o degli autori e non riflettono necessariamente quelle dell'Unione Europea o di CINEA. Né l'Unione Europea né l'ente concedente possono essere ritenuti responsabili per essi.

News e Aggiornamenti

17 Gennaio 2023

Articolo Prova Life Restart

Sed ornare, massa in maximus porta, turpis ex maximus sapien, in ultricies tellus nulla ac sapien. Phasellus convallis nibh quis pretium ornare. Aliquam malesuada dui eu eros facilisis, et vestibulum lectus auctor. Pellentesque sapien nisl, facilisis ac sem ac, laoreet tincidunt mauris. Curabitur vitae dui semper, ullamcorper felis a, convallis ...

Pagina 1 di 1